web analytics

London calls Torino risponde

Un web-magazine di Guido Barosio, Alessandro Defilippi e Antonina Sciortino

Strano viaggio da Oakworth

Keighley Worth Valley  Railway

Keighley Worth Valley Railway

Il treno a vapore della  Keighley Worth Valley  Railway nello Yorkshire è famoso per attraversare la regione i cui paesaggi ispirarono i romanzi delle sorelle Bronte. La tappa principale è infatti Haworth, il villaggio dove visse la famiglia delle Bronte, la cui fama ha dato lustro a questa remota regione dell’Inghilterra.

Sia il treno che le stazioni dell’antica linea ferroviaria sono stati accuratamente restaurati.  L’impressione del passeggero è quella di viaggiare in un’altra dimensione temporale più che verso una destinazione reale. Complici di queste sensazioni gli sbuffi di vapore, lo sferragliare dei vecchi ingranaggi e lo scenario pastorale che scorre dai finestrini.

La stazione di Oakworth, una delle tappe della Keighley Worth Valley railway,  si è guadagnata una fama particolare per essere stata il set di The Railway Children, un film, girato negli anni ‘70, molto amato dagli inglesi perchè tratto dall’omonimo romanzo per bambini della famosa scrittrice Edith Nesbit.

La battuta di un oste appassionato di cinema durante il mio soggiorno a Haworth mi ha spinto a volerne sapere di più. Così ho cominciato un viaggio che mi ha trasportato nei meandri della storia degli ultimi secoli tra fermenti rivoluzionari e spinte conservatrici insieme a nomi famosi e alcuni meno conosciuti dei protagonisti di quelle pagine.

 

La stazione di Oakworth

La stazione di Oakworth

La storia racconta le vicende di una famiglia, mamma e tre bambini,  costretta a trasferirsi dai quartieri residenziali di Londra in una zona di campagna dopo l’ingiusto arresto del padre, accusato di aver venduto segreti di stato.  Saranno i bambini, con la loro tenacia e intraprendenza, a riscattare le condizioni della famiglia diventando gli artefici della liberazione del genitore.

L’arresto quasi kafkiano e la condanna ingiusta del padre dei bambini è chiaramente ispirato dal caso Dreyfus; mentre, il russo che compare alla stazione, fuggito da un campo di prigionia in Siberia per aver scritto un libro sulla povertà in Russia e di cui la famiglia si prende cura  è stato ispirato dalla figura dell’esule russo Sergji Stepniak che insieme al suo compagno anarchico Piotr Kropotkin era un amico di famiglia di Edith Nesbit.

 Per capire le connessioni della storia di The railway children con la realtà politica e sociale dell’epoca bisogna fare un quadro dell’autrice.

Edith Nesbit insieme al marito Hubert Bland furono tra i fondatori della Fabian Society il cui proposito era di propugnare e diffondere l’economia socialista attraverso la modernizzazione delle istituzioni e le grandi riforme sociali, prima tra tutte la decolonizzazione dell’Impero Britannico. I fondatori e  attivisti  della Fabian Society furono anche i fondatori dell’attuale Partito Laburista. Tra i nomi più conosciuti dei leader affiliati alla società: i coniugi Webb, George Bernard Shaw, H. G. Wells, Annie Besant, Leonard e Virginia Woolf, Emmeline Pankhurst e per un breve periodo Bertrand Russell. In seno alla società nacque anche la London School of Economics, fondata dai Webb, Bernard Shaw e Wallas.

La Fabian Society oggi è un think tank, un ‘organizzazione che conduce ricerche riguardanti argomenti come la politica sociale, la strategia politica, economia, militare, tecnologia e cultura; un vivaio di idee e fucina di futuri leader social democratici.

 L’idealizzazione della famiglia in chiave vittoriana dipinta nella storia di The Railway Children è fortemente in contraddizione con la vita sregolata, tra vizi, amanti e scandaletti, vissuta dall’autrice. Non ultimo anche il rapporto non esattamente idilliaco con figli e figliastri. Le sue storie, dunque, costruite come opportunità per vivere con la fantasia un modello di vita cui evidentemente aspirava.

 

La stazione di Oakworth set del film The Railway Children

La stazione di Oakworth set del film The Railway Children

Interessanti compagni di viaggio sul treno da Oakworth.

 

Condividi l'articolo
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento