web analytics

London calls Torino risponde

Un web-magazine di Guido Barosio, Alessandro Defilippi e Antonina Sciortino

Andare per i campi di lavanda a raccogliere liberamente i colorati steli profumati è una prospettiva che mi ha, da subito, allettato; così, senza esitazione, ho confermato la mia partecipazione a questa passeggiata nel Surrey, in compagnia dei Ramblers, l’ultima domenica di luglio. La costruzione vittoriana in legno su un[…]

(Continua a leggere...)

Sembrano le casette del giardiniere, quelle dove si ripongono gli attrezzi. O, forse, somigliano di più ai romantici carrozzoni gitani. Queste strutture tutte in legno, colorate di verde, che si trovano in diversi punti della città, sono invece caffetterie per gli autisti dei Black Cab. Si chiamano Cabmen’s Shelter, cioè[…]

(Continua a leggere...)

La prima volta che vidi decine di scarpe che penzolavano dai fili elettrici proprio al centro della strada, trovandomi a Shoreditch, il quartiere londinese dei creativi, pensai ad una installazione di shoefiti (shoe+graffiti). Questa moda di lanciare le scarpe, allacciate tra di loro, sui fili della luce, legata, pare, ai[…]

(Continua a leggere...)

Chi ha mai sentito parlare di Rotherhithe? A parte essere una stazione della Overground è un quartiere sulla riva meridionale del Tamigi. Un tempo facente parte di quel complesso reticolo di approdi per le imbarcazioni che risalivano il Tamigi, oggi trasformato in zona residenziale. Sembrerebbe non ci siano molti motivi[…]

(Continua a leggere...)

Il grigio e austero edificio, dall’imponente portico corinzio, ad un lato di Hyde Park Corner è Apsley House, conosciuta anche come Number One London: la residenza più prestigiosa di Londra, dopo Buckingham Palace. Deve la fama alle sue molteplici peculiarità: edificio di grande valore architettonico (i celebri architetti Adams e[…]

(Continua a leggere...)