web analytics

London calls Torino risponde

Un web-magazine di Guido Barosio, Alessandro Defilippi e Antonina Sciortino

London, East End. Un luogo dell’immaginario, soprattutto per i british addicted come me. Un luogo molto letterario, cupo e mitico: dalla Whitechapel di Jack the Ripper all’accento cockney di Michael Caine; da Shoreditch e Hackney, dove, grazie all’amica Antonella Sciortino, ho la fortuna di soggiornare durante i miei viaggi londinesi,[…]

(Continua a leggere...)

Come si mangia a Londra?

Ogni volta che torni dalla gran Bretagna, c’è sempre il bene informato che ti dice ammiccando: “E per il cibo, una catastrofe, eh?. Certo che non è come da noi”. No, in effetti non è come da noi. Se cercate la parmigiana di melanzane a Birghingam potreste essere pensosamente e[…]

(Continua a leggere...)

Per chi ha problemi di linea le fiere del cibo andrebbero evitate con estrema cura. Capiterà, altrimenti, di trovarsi circondati, incastrati, avviluppati in un’orgia di sapori nuovi e antichi oppure inaspettati. Inevitabilmente, si verrà risucchiati nell’assaggio compulsivo di prelibatezze sconosciute e di altre familiari, queste, spesso, lungamente agognate al punto[…]

(Continua a leggere...)

Frog eaters’ sweets?

Avete notato anche voi che, nei ristoranti inglesi –parlo di ristoranti e non di pub- oggi è molto più facile trovare tra i dessert una sorta di par condicio tra dolci inglesi e francesi? Tarte tatin e Carrott cake 1 a 1, per intenderci. Buone entrambe, anche se io non[…]

(Continua a leggere...)

Un piatto di fish and chips rimane uno dei santuari della cucina britannica. Da mangiare in piedi passeggiando –evento abbastanza raro in città- oppure comodamente seduti in un pub, se possibile accanto a una finestra (meglio se fuori pioviggina) o con un libro come compagnia. Perché fish and chips è[…]

(Continua a leggere...)